Realizzare una “Composizione Cubista” – immagini di esempio

Con gli alunni di terza ci prepariamo ad affrontare il lavoro finale da portare all’ esame, il tema da affrontare lo potremmo intitolare: una “composizione musicale” in chiave cubista.

Dopo aver studiato il Cubismo, appartenente alle cosiddette Avanguardie Storiche, ci concentriamo sulla fase del Cubismo “sintetico” i cui artisti principali furono Pablo Picasso e George Braque. Artisti innovativi che introdussero anche l’uso di materiali alternativi al colore con il collage e il papier collè ( I papier collé del Cubismo sono composti di stampe: carta da parati, finto legno, spartiti musicali, giornali. Alterano l’idea di rappresentazione figurativa tradizionale: l’opera presenta i materiali prelevati dalla realtà).

Creare una sintesi compositiva, ossia selezionare alcuni elementi essenziali e significativi della realtà e ricomporli seguendo nuove regole, svincolate da quelle tradizionali della visione prospettica. I cubisti hanno inteso introdurre una quarta dimensione, il tempo, e lo hanno fatto considerando più punti di osservazione dai quali l’artista autore decide di descrivere e conoscere la realtà che ha di fronte.  Una realtà di sintesi composta di frammenti, pochi ma significativi, disposte secondo geometrie di piani che riconducono a punti di visione diversi.

La realtà  raffigurata dagli artisti cubisti viene approfondita, scegliendo pochi elementi essenziali colti da più punti di vista e ricomposto secondo nuove armoniche leggi compositive e l’uso di materiali anche di riciclo tratti dalla vita quitidiana, come fogli di giornale, incarti di alluminio e plastica, stoffe e tessuti, ma anche elementi più materici come tappi e bottoni, pezzi di cartone, fili di ferro ecc. Gli artisti cubisti inoltre amavano inserire nelle loro composizioni elementi come carte da gioco, fogli di vecchi spartiti musicali e scritte o parti di scritte come fossero appartenenti a manifesti ed ancora etichette tolte da bottiglie, parti di rivestimenti di sedie.

ecco un breve tutorial che propone l’esecuzione di una composizione sintetica cubista con un programma tipo photoshop.

Contenuto non disponibile
Consenti i cookie cliccando su "Accetta" nel banner"

 

Come procedere:

  1. Dopo essersi procurati un pannello di compensato fino (dai 0,4 mm agli 0,6 mm) si disegna su foglio normale il “progetto ” della composizione.
  2. Si scelgono due o tre strumenti musicali, e si disegnano tanti assi compositivi quanti sono gli strumenti, legati a questi si disegnano anche i piani compositivi su cui giaciono gli elementi degli strumenti che si intendono raffigurare.
  3. Ricordiamo che i cubisti cercavano di ricompattare i frammenti scelti per creare quasi un altro “unicum”. Quindi bisognerebbe evitare di inserire elementi qua e là sganciati dalla composizione principale.
  4. Seguendo gli assi si inseriscono gli elementi lineari degli strumenti musicali scelti.
  5. Le intersezioni di assi e degli strumenti andranno a creare delle sezioni in comune che si sovrappongono. Queste sezioni andranno caratterizzate da un uso di diversa “texture” o colore.
  6. Si aggiungono gli elementi finali come scritte e carte da giuoco.

Sandro Boselli
About Sandro Boselli 22 Articles
Insegnante di Arte e Immagine alla Scuola Sec. di I Grado A.S. 2017-2018 sede: Montagnana I.C.S. "L.Chinaglia". - - - - -

Be the first to comment

Leave a Reply

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*